Webnews sul mondo dell’innovazione e della tecnologia 04 Maggio 2015

Windows 10, addio Windows Media Center
Webnews
Windows Media Center addio. Durante un meeting privato che si è svolto durante l’appuntamento della conferenza Build 2015, un dirigente di Microsoft ha confermato che non ci sarà spazio per Windows Media Center in Windows 10. Trattasi di una notizia che sicuramente non piacerà allo zoccolo duro di utenti Microsoft estimatori di questa piattaforma multimediale che speravano nella sua integrazione, anche sotto forma di add-on come avvenne per Windows 8.
L’hi-tech per le vacanze, dall’Apple Watch alle app
La Stampa

Trovare il biglietto aereo meno caro ed esibire la carta d’imbarco sul cellulare, prenotare l’hotel con il miglior rapporto qualità-prezzo e aprire la porta della camera direttamente con l’orologio, scegliere il ristorante più in, abbattere il costo dell’interprete e della guida turistica. Con la bella stagione alle porte, la tecnologia torna protagonista per organizzare le vacanze, e quest’anno porta una novità: (…)

Occhiali che leggono emozioni, spunta brevetto Microsoft
Ansa

Dopo gli HoloLens, visori per la realtà aumentata, in casa Microsoft spunta un brevetto per gli occhiali che leggono le emozioni. L’ufficio brevetti Usa ha dato l’ok, il dispositivo – chissà se e quando sarà in commercio – sarebbe in grado di leggere le emozioni di chi entra nel nostro campo visivo. Intanto, l’azienda di Redmond ha lanciato alla conferenza degli sviluppatori in corso a San Francisco un modo più facile per rendere le app studiate per Apple e Google, adattabili a Windows.

La barra spaziatrice si può sacrificare, provocazione di Google
IctBusiness

Si può fare a meno della barra spaziatrice quando si scrive al computer? Di certo non si può fare a meno della sua funzione, ma Google sembra pensare che il tasto fisico sia sacrificabile. Dopo ben dodici tentativi, la casa di Mountain View è finalmente riuscita a ottenere il riconoscimento del brevetto per una tecnologia che ridisegna l’aspetto e l’ergonomia delle tastiere, (…)

TomTom oltre i navigatori gps con l’action camera Bandit
Repubblica.it

Bandit è l’evocativo nome scelto da TomTom per la sua prima “action camera”, il guanto di sfida a lanciato a quella icona dei nostri giorni digitali chiamata Go-Pro. Impresa ardua e coraggiosa che, se andrà a buon fine, candiderà la compagnia multinazionale olandese a caso di studio, esempio di sopravvivenza al darwinismo industriale in un ambiente tecnologico in perenne movimento.

Chirurgia a distanza: attenti agli hacker
La Stampa

La telechirurgia consente a un medico di operare a distanza tramite un robot: su campi di battaglia, o magari in luoghi in cui i chirurghi scarseggiano. Meglio, però, assicurarsi che nessun hacker violi i sistemi di controllo e prenda “in mano” il bisturi. Per quanto le operazioni a distanza non siano di routine, è un rischio di cui tenere conto e lo staff di Tamara Bonaci, presso l’università di Washington a Seattle, ha voluto misurarne la serietà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...