Webnews sul mondo dell’innovazione e della tecnologia 25 Maggio 2015

Google prepara Brillo, il sistema operativo che ci renderà intelligenti
La Stampa
Gli esperti lo dicono spesso: con l’Internet delle Cose non vi sarà alcuna rivoluzione visto che il vero cambiamento lo stiamo vivendo già. Tra smartphone, tablet, orologi e braccialetti, le nostre vite sono connesse perennemente in rete, al lavoro, in palestra, a casa o in qualsiasi altro luogo del pianeta dove vi sia un minimo di segnale. Con l’avvento oramai imminente di tanti gadget IoT, ovvero Internet of Things, ci doteremo di altri strumenti utili a ricevere e inviare informazioni sul web, non solo a scopo ludico.
Dinamico e senza spazi: il futuro del lavoro è sempre più digitale
IctBusiness

Scrivanie addio. Via libera a spazi aperti e collaborativi. Deve essere questo il futuro degli ambienti di lavoro, in modo da garantire ai dipendenti aziendali una maggiore libertà, che determinerà in automatico anche più creatività. A pensarlo sono proprio gli alti funzionari, quei manager che l’immaginario collettivo vuole come blindati alla sedia, implacabili con i propri sottoposti.

L’impatto di Internet sull’economia: confronto Tom Standage e Andrew Keen
Wired

Dovevano essere due interventi, ma all’ultimo secondo si è scelto di avviare un dibattito. Più vicino al pugilato che agli scacchi, in verità. Per quanto si parlasse di cultura, tecnologia ed economia. Nell’angolo sinistro del Main Dome del Wired Next Fest, Tom Standage, giornalista di The Economist e storico: l’uomo che ci ha spiegato quanto il nostro modo di comunicare attraverso i social sia molto simile a quello degli antichi Romani, con la differenza che i messaggi viaggiano sulla banda larga e non in mano agli schiavi.

‘Phishing’, il 97% utenti non lo riconosce
Ansa

Il “phishing”, tecnica sfruttata dai cybercriminali per rubare informazioni dagli account online, è praticamente sconosciuto alla maggior parte degli utenti del web. Secondo un rapporto di Intel, questo tipo di truffa non viene identificato dal 97% degli internauti. E, come se non bastasse, secondo uno studio di Kaspersky tale tipologia di minacce è aumentata nei primi mesi dell’anno in concomitanza col lancio dei nuovi domini internet, quelli tipo “.work” o “.science”.

Il piano della Nsa per spiarci attraverso le App di Google e Samsung
Il Sole 24 Ore

Quella delle agenzie di sicurezza che spiano i cittadini attraverso i loro smartphone è una storia esplosa violentemente con il caso Snowden. Dal 6 giugno 2013, data in cui il Washington Post e il Guardian pubblicarono i primi documenti scottanti relativi all’attività della NSA, sono passati due anni. Eppure l’argomento è quanto mai attuale. Proprio nelle ultime ore (..)

Lego, il successo social e la strategia dei Kronkiwongi
Wired

Lo stratosferico successo che i mattoncini Lego stanno avendo ormai da anni a questa parte – una vera e propria seconda giovinezza – è frutto di una ricetta tutta particolare. Difficile isolarne le componenti, anche se possiamo dire che la formula si basa in gran parte sull’entusiasmo che i mattoncini danesi sanno suscitare in chi li compra. È un rapporto che l’azienda sa raccontare alla grande, con una presenza su tutte le piattaforme 2.0 che va a gonfie vele.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...