Webnews sul mondo dell’innovazione e della tecnologia 17 Giugno 2015

Mercato Unico Digitale: cambia l’uso dei video on demand?
Cor.Com
E’ stato presentato, lo scorso 6 maggio dalla Commissione Ue, un documento strategico per la diffusione e lo sviluppo del Mercato Unico Digitale. La proposta varata fa riferimento al mondo delle telecomunicazioni in toto e in particolar modo ai servizi audiovisivi, al diritto d’autore on line, ai servizi forniti via satellite e via cavo e ad altri argomenti similari.
News digitali, negli Usa internet batte la Tv.
Il Sole 24 Ore

Il sorpasso è compiuto. Negli Stati Uniti di Fox News e Cnn, l’online batte la tv come fonte primaria di informazione: le notizie sul web, social network inclusi, sono utilizzati dal 43% dei cittadini contro il 40% di affezionati al piccolo schermo. Una scossa rumorosa, ma non solitaria: lo scarto si fa anche più evidente in Finlandia (46%-30%), Australia (44%-35%), Danimarca (42%-37%) e Irlanda (41-37%).

Amazon pensa a una Uber delle consegne, le faranno gli utenti
Ansa

Nella corsa ad accaparrarsi fette di mercato del settore consegne, in cui sono coinvolti anche Google e Uber, Amazon va oltre i droni e pensa a un servizio che si ispira proprio ad Uber: le consegne le fanno gli stessi utenti. L’indiscrezione è del Wsj, spiega come la compagnia di Seattle sta sviluppando un’app attraverso la quale reclutare e pagare persone comuni per fare consegne invece che società specializzate.

L’algoritmo da solo non basta, Apple News cerca redattori
Repubblica.it

Altro che algoritmi, l’elemento umano conta. Anche e soprattutto nella scelta delle notizie. Ne è consapevole Apple – insieme a qualche altra azienda – che per la sua applicazione News annunciata qualche giorno fa a San Francisco sta formando un team di “editor” ad hoc con base in California. Giornalisti dunque, l’azienda che fu di Steve Jobs vuole affidarsi alla sensibilità umana per un prodotto del genere.

Adobe, da Android alle foto in stock: ecco gli aggiornamenti 2015
IctBusiness

Poter contare su una serie di applicazioni basate su cloud permette di rilasciare aggiornamenti in piena libertà. Gli utenti non sono così più obbligati ad attendere una volta all’anno la nuova versione di un programma nella classica versione “in box”.

Il cimitero delle start-up
La Stampa

Dal fallimento delle start-up si possono apprendere lezioni utili per non ripetere gli stessi errori in futuro. Autopsy.io è un sito, lanciato online di recente, che mette in rete le storie di chi non ce l’ha fatta. Gli autori di questa iniziativa sono Matthew Davies e Maryam Mazraei, co-fondatori dell’agenzia web Milc, insieme a Niral Patel, Marketing Manager di Sameroom.io.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...