Webnews sul mondo dell’innovazione e della tecnologia 10 Luglio 2015

Mit: l'”occhio” dei governi peggiora la cyber-sicurezza
La Repubblica
Fornire ai governi libero accesso ai dati criptati mette seriamente a rischio la cyber-sicurezza. Secondo lo studio guidato da Daniel Weitzner, dell’Istituto di Tecnologia del Massachussetts (Mit), e pubblicato su DSpace, fornire questa possibilità sarebbe come lasciare le chiavi di casa sotto lo zerbino: un espediente comodo, ma molto pericoloso.
Hacking Team alza bandiera bianca: «Nostri software fuori controllo». Si teme per il terrorismo
Il Sole 24 Ore

«Abbiamo perso la capacità di controllare chi utilizza la nostra tecnologia. Terroristi, estorsori ed altri possono implementarla a volontà. Crediamo sia una situazione estremamente pericolosa, è oramai evidente che esiste una grave minaccia».

Aerei e borse a rischio hacker? Tecnicamente possibile, ma i precedenti sono pochi
Il Sole 24 Ore

Prima la compagnia di bandiera che lascia a terra 3500 aerei, poi la borsa che sospende gli scambi, poi (ancora) uno dei maggiori quotidiani del Paese che finisce stranamente inaccessibile. Sono state ore tribolanti, le ultime, per gli Stati Uniti d’America. Ore di coincidenze troppo perverse per passare inosservate.

I videomaker per il web: “Siamo su un treno in corsa”
Cor.Com

Nell’ultimo anno 37 milioni di italiani, secondo Yahoo Advertising, hanno guardato filmati in Rete e il 73% degli utenti Web ne hanno preso visione almeno una volta al giorno. Il consumo di video online è in costante crescita e così la sua produzione, a livello amatoriale e professionale.

La pubblicità in flessione a maggio, -1,3%. I nuovi dati Nielsen:calano quotidiani (-6%), periodici (-3,6%), tv (-0,7%) e internet (-2,2%); bene la radio (+5,5%)
Primaonline

L’andamento della pubblicità registra un miglioramento nei primi cinque mesi del 2015. Lo dicono i dati Nielsen relativi al mese di maggio 2015 diffusi il 9 luglio.

La prima volta di un pacemaker cerebrale che blocca l’epilessia
Wired

È una bambina di quattro anni di Milano la paziente affetta da epilessia resistente ai farmaci ad aver ricevuto, per la prima volta in Italia, un pacemaker cerebrale capace di bloccare le crisi sul nascere. Lo fa sapere l’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino dove è stato eseguito l’intervento, presso il reparto di neurochirurgia diretto da Alessandro Ducati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...