Webnews sul mondo dell’innovazione e della tecnologia 24 Luglio 2015

Lorenzi: “Risorse giovani per far girare il volano del refresh hi-tech”
Cor.Com
Quando quattro anni fa sono arrivato in Sirti, l’azienda compiva 90 anni. “La startup della novantenne”, era lo slogan che avevamo coniato per simbolizzare la volontà di portare un po’ di spirito da startup innovativa in un’azienda che ha fatto la storia delle telecomunicazioni in Italia. Con l’obiettivo di fare le cose in maniera diversa, ma anche valorizzare le conoscenze e la grandissima esperienza di Sirti nelle reti di telecomunicazione, energia e trasporti.
Open source per il sociale: arriva Symhelper, il software per facilitare la creazione degli In-Book
Datamanager

Dopo due anni di sviluppo e collaborazione tra tecnici informatici e utenti finali, è finalmente pronta la versione 1.0 di Symhelper. Il software, completamente gratuito, facilita l’importante operazione di riquadratura per gli In-Book: libri i cui testi sono tradotti in simboli, utilizzati all’interno di percorsi di Comunicazione Aumentativa Alternativa (C.A.A.).

Digitale, Catania lancia l’allarme: “Siamo all’ultimo giro di boa”
Cor.Com

Al ritorno delle vacanze, il Governo si troverà davanti a un bivio: da una parte c’è la rivoluzione promessa; dall’altra, un destino da Paese di serie B: “Siamo all’ultimo giro di boa. Non c’è più tempo: o il Governo chiude la partita a settembre o saremo condannati a sopportare le conseguenze di un ritardo digitale strutturale”, dice Elio Catania, presidente di Confindustria digitale.

Come cambieranno le nostre vite con l’ #InternetOfThings? #Infografica
Techeconomy

Secondo le previsioni di Gartner, entro la fine di questo decennio, il mondo sarà un posto molto più connesso con una stima di 7,3 miliardi di smartphone, tablet e PC collegati alla rete. A questi device bisognerà aggiungere anche tutti i sensori e tutti gli oggetti che compongono l’Internet of things, che si espanderanno sempre di più fino ad arrivare a 26 miliardi in tutto il mondo entro il 2020.

Ecco la prima casa che produce più energia di quanta ne consuma
Datamanager

Il problema della gestione delle risorse energetiche è diventato di grande interesse anche in ambito domestico. Ogni giorno in tutto il mondo nelle nostre case si sprecano milioni di kilowatt che potrebbero essere utilizzati altrimenti. Ciò non solo produrrebbe un vantaggio per l’ambiente ma anche un conto meno salato in bolletta. In Galles è stata costruita la Solcer House, la prima casa che produce più energia di quanta ne consuma.

Un occhio bionico contro la degenerazione maculare
Wired

Un nuovissimo occhio bionico promette di aiutare decine di milioni di persone che soffrono di degenerazione maculare senile, una delle più diffuse patologie della vista negli anziani. Il dispositivo è composto da un chip che viene impiantato dietro alla retina, in grado di ricevere le immagini da una telecamera posta su una paio di occhiali e di stimolare le cellule del nervo oculare e del cervello, bypassando le informazioni mancanti provenienti dalla zona centrale della retina (la macula appunto), compromessa dalla malattia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...