Webnews sul mondo dell’innovazione e della tecnologia 26 Febbraio 2016

Italia al palo sul digitale ma c’è spazio di manovra
Cor.Com
La Commissione europea pubblica oggi i risultati dell’edizione 2016 del Digital Economy & Society Index, l’Indicatore di digitalizzazione dell’economia e della società (DESI): dallo scorso anno – quando è stata pubblicata la Strategia per il Mercato unico digitale della Commissione – ad oggi gli Stati membri hanno fatto progressi in settori come connettività, competenze digitali e servizi pubblici ma l’Europa resta indietro rispetto ai leader mondiali del digitale.
Reti mobili a banda larga, il Politecnico di Torino partner del progetto europeo Monroe
La Stampa

Il progetto Monroe (Measuring Mobile Broadband Networks in Europe), finanziato dall’UE H2020, costruisce e gestisce una piattaforma aperta su scala europea con funzionalità multi-homing per eseguire esperimenti su reti mobili operative a banda larga (MBB). La piattaforma consisterà in un massimo di 100 nodi fissi e 150 mobili, ciascuno collegato a tre operatori MBB e WiFi. Inizialmente, i nodi verranno distribuiti in 4 paesi: Norvegia, Svezia, Spagna e Italia.

Sistema Pubblico per la gestione dell’Identità Digitale – SPID
Agid

Il sistema SPID è costituito come insieme aperto di soggetti pubblici e privati che, previo accreditamento da parte dell’Agenzia per l’Italia Digitale, gestiscono i servizi di registrazione e di messa a disposizione delle credenziali e degli strumenti di accesso in rete nei riguardi di cittadini e imprese per conto delle pubbliche amministrazioni.

Fashion ecommerce oltre 1,5 miliardi in Italia
Il Sole 24 Ore

Un formicaio di dieci mila iniziative specializzate tra Dotcom e operatori multicanale. Questa la realtà dell’insieme dei siti del settore abbigliamento in Italia, che va dalle boutique multibrand agli artigiani degli accessori passando per le vetrine online delle grandi griffe. Un sistema che si muove a più livelli e non in modo omogeneo e che ha visto le startup innovative nell’ecommerce raccogliere poco più di 7,54 milioni di euro.

Export online al palo: in Italia vale solo 6 miliardi
Cor.Com

L’Export italiano che passa attraverso canali digitali vale circa 6 miliardi di euro e rappresenta ancora una quota marginale, di poco superiore al 4%, delle esportazioni totali di beni di consumo. La maggior parte del fatturato dell’Export online è riconducibile ai grandi retailer online, seguiti dai marketplace (come eBay) e dai siti di vendite private.

Dal cuore ‘morbido’ della materia i futuri dispositivi hi-tech
Ansa

La materia ‘dura’, cioè allo stato solido, può avere anche un ‘cuore morbido’ e può essere lavorata per realizzare dispositivi di alta tecnologia, come transistor ultraveloci per i computer del futuro, superconduttori e rivelatori di luce ultrasensibili. La conferma che la materia può entrare in una nuova fase ‘morbida’ arriva dallo studio pubblicato sulla rivista Nature Communications, condotto dai fisici dell’università Sapienza di Roma e del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...