Webnews sul mondo dell’innovazione e della tecnologia 04 Marzo 2016

Riforma appalti, il nuovo Codice punta tutto sul digitale
CorCom
Trasparenza e dematerializzazione con le gare elettroniche, banche dati. Sono le novità contenute nel nuovo Codice degli Appalti approvato in via preliminare dal Consiglio dei ministri. Il codice stabilisce il graduale passaggio a procedure interamente gestite in maniera digitale, con conseguente riduzione degli oneri amministrativi.
Nasce Digital360 Awards: 50 CIO premiano l’innovazione High Tech e IoT in azienda
Digital4

Parte la prima edizione di Digital360 Awards, un contest per diffondere la cultura dell’innovazione e dell’imprenditorialità in ambito digitale in Italia, promosso da Digital360. Il mondo dell’Internet of Things è uno dei settori si quali si concentrano nuovi progetti e nuove soluzioni. Il premio intende portare all’attenzione del mercato le esperienze che l’IoT in modo diretto e indiretto ha permesso di sviluppare all’interno del mondo delle imprese e nelle Pubbliche amministrazioni.

Io pago con Google ma lo smartphone rimane in tasca
Pianetacellulare

Google sta testando un nuovo servizio di pagamento mobile separato da Android Pay. Il nuovo sistema consente ai clienti di pagare nei negozi senza dover tirare fuori lo smartphone, cosa utile qualora si avessero le mani occupate (bisogna tenere i bambini o le buste della spesa) o semplicemente non si ha voglia di tirare fuori il device.

Ict: sì alle smart technologies, fanno aumentare i ricavi
Bimag.it

La maggior parte dei dirigenti d’azienda sta già investendo e ricevendo benefici dal crescente utilizzo di tecnologie intelligenti (smart technologies) nei luoghi di lavoro. Una delle principali motivazioni che spinge all’adozione di smart technologies è l’aumento dei ricavi che, secondo le previsioni dei principali attori del settore business e It, cresceranno del 33% entro i prossimi cinque anni (e del 38% secondo i manager italiani che hanno partecipato alla ricerca).

Big data, Google mobilita i suoi algoritmi contro il virus Zika
Il Sole 24 Ore

Internet incontra la medicina, la prevenzione e la sicurezza del pubblico. Google, forte di passate esperienze nell’uso del suo motore di ricerca per anticipare la diffusione di epidemie negli Stati Uniti, sta investendo e lavorando con le sue risorse e i suoi algoritmi assieme all’Unicef per fermare Zika, il virus trasmesso dalle zanzare che ha seminato il panico soprattutto in Sudamerica per la possibilità che provochi gravi malformazioni nei neonati.

Capiente e indistruttibile, ecco la memoria digitale del futuro
La Stampa

Potrebbe essere il supporto di memoria definitivo, quello appena messo a punto nei laboratori dell’università di Southampton. I nastri magnetici, i dischi rigidi e le memorie a stato solido ai quali affidiamo i nostri dati sono tutti destinati a deteriorarsi nel giro di qualche decennio portandosi con sé le informazioni e i ricordi che contengono, ma i dischi in vetro di quarzo in fase di perfezionamento nell’istituto del Regno Unito promettono di avere una durata ben maggiore: circa 13,8 miliardi di anni, più o meno l’età dell’universo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...