Webnews sul mondo dell’innovazione e della tecnologia 04 Aprile 2016

Agcom, banda larga obbligo del servizio universale
Webnews
Agcom punta a d inserire la banda larga tra gli obblighi del servizio universale. Trattasi di un’iniziativa importante per un paese moderno che punta a digitalizzare tutit i suoi cittadini. La banda larga come obbligo del servizio universale significa fare un importantissimo passo in avanti verso la sconfitta del digital divide sul territorio italiano. Dunque, con la delibera 113/16/CONS del Commissario Antonio Nicita, l’Autorità ha deliberato l’avvio di un’istruttoria ad evidenza pubblica (…)
I Chief information officer devono prepararsi alla sfida dell”Internet delle cose’, dice Arioli di Toshiba: nel 2016 saranno connessi ogni giorno 5,5 milioni di nuovi oggetti
Primaonline

“Nel corso degli anni, i cio (Chief information officer) hanno guidato le aziende attraverso numerose evoluzioni tecnologiche, dall’implementazione dei primi pc desktop e cellulari in stile Wall Street fino alla diffusione di notebook, tablet, smartphone, app e cloud. Il percorso attraverso questi cicli di innovazione non è sempre stato tranquillo e spesso è stato il risultato di due sfide importanti: l’integrazione tecnologica e i budget approvati dai Cda”.

Made in Italy “doc”: arriva il Qr-Code anticontraffazione
CorCom

Il made in Italy sarà tracciato. È stato approvato ieri in prima lettura alla Camera il provvedimento per l’introduzione di un sistema di tracciabilità dei prodotti finalizzato alla tutela del consumatore. Con questo provvedimento, tutti i prodotti potranno essere identificati tramite codici non replicabili che conterranno riferimenti ai dati del produttore e alle varie fasi di lavorazione.

Lobby, tecnologia e Codice dell’Amministrazione Digitale
Tech Economy

Le lobby sono una tra le conseguenze della rivoluzione industriale, in quanto costituiscono lo strumento di comunicazione istituzionale delle aziende sui temi “sporchi”, ovvero quelli su cui non è possibile prendere una posizione ufficiale (perché questa andrebbe contro gli interessi dei cittadini). Per esempio, la lobby dei produttori di sigarette ha cercato in tutti i modi di minimizzare i rischi dell’esposizione al fumo passivo, in modo da ritardare gli interventi a difesa della salute pubblica.

I Led che danno nuova vita a opere d’arte e musei
La Stampa

I Led stanno dando nuova vita alle opere d’arte, cambiando il volto anche dei musei. Perché serve una vera e propria regia luminosa per fare apprezzare al visitatore un capolavoro così come l’artista l’ha pensato e creato. Una buona luce, inoltre, può rendere una mostra più confortevole e semplice da visitare per il turista. A confermarlo è stato un team di ricercatori italiani che ha condotto importanti esperimenti nel laboratorio di Psicofisica della Visione dell’Istituto Nazionale di Ottica Ino-Cnr di Firenze, guidato da Alessandro Farini. .

È possibile studiare la storia videogiocandola?
Nòva

A giudicare dal numero crescente dei tentativi si dovrebbe rispondere sì. Anche limitandosi agli esempi più recenti. Per “Far Cry Primal” un team di linguisti dell’Università del Kentucky ha ricreato una lingua morta da 12mila anni. Disponibile per ogni piattaforma da inizio marzo e pubblicato da Ubisoft (da €50,98), il gioco declina gli elementi essenziali della celebre saga adventure fps nel mesolitico, circa 10mila anni avanti Cristo. Dunque, con la delibera 113/16/CONS del Commissario Antonio Nicita, l’Autorità ha deliberato l’avvio di un’istruttoria ad evidenza pubblica (…)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...